Delegazione Cassine

Stampa
 
A Cassine la Croce Rossa è presente fin dalla 1890 circa. Fino alla fine della Prima Guerra Mondiale addirittura con un Ospedale Territoriale di proprietà e gestito dal personale del Corpo Militare e dalle Infermiere Volontarie della C.R.I. nella struttura della odierna Opera Pia Sticca. A Cassine poi si decise di congelare la postazione e di riaprirla solo in occasione del nuovo conflitto mondiale. Al termine di questo storico avvenimento, la postazione Cassinese riemerse solo agli inizi degli anni ’70 con una postazione di Pronto Soccorso gestita da alcuni Volontari e abitanti di Cassìne che si fecero carico di rigarantire il servizio di emergenza con autoambulanza, a beneficio della popolazione cassinese e dei comuni limitrofi; diverse sono state le “sedi volanti” della postazione fino ad arrivare in quello stesso luogo da dove tutto ebbe inizio circa un secolo prima, ovvero la sede dell’ex Ospedale della Croce Rossa ovvero l’O.P. Sticca.
Solo più tardi, nel 1986, tale “postazione volante” venne finalmente regolarizzata ed acquisendo per tanto lo status di Delegazione C.R.I., alle dipendenze del Sottocomitato C.R.I. di Acqui Terme. Tre furono i Fondatori della Delegazione C.R.I. di Cassine: i compianti colleghi Luigi Laiolo e l’allora Sindaco di Cassine, Cav.Uff. Rag. Pisani Mario e, il Cav. Renato Cannonero, tutt’ora in servizio presso la sede di Cassine e già facente parte della sopra citata “ambulanza volante”, avendo avuto anche l’onore di aver ospitato ben due “sedi volanti”, prima della sistemazione presso l’O.P. Sticca.
Ora la Delegazione di Cassine,è allocata in Via Alessandria n° 59, proprio di fianco alla Caserma dei Carabinieri: è altresì da poco iniziato un profiquo dialogo con l’Amministrazione Comunale la quale si è fatta carico con i cittadini cassinesi di voler costruire una nuova sede – adeguata al fabbisogno della Delegazione e che sappia rispondere ai nascenti bisogni della cittadinanza – al fine di migliorare sensibilmente i servizi offerti e permettendo al personale Volontario (ovvero persone che hanno scelto Volontariamente di portare aiuto e soccorso, non solo sanitario, a chi si trova in difficoltà, sotto le più diverse forme di assistenza; personale altamente preparato e formato per affrontare qualsiasi tipo di emergenza).
Il parco veicolare è formato da 5 autoambulanze (di la storica FIAT 900T, utilizata solopiù come mezzo d’epoca), un pulmino e un automezzo attrezzato per il trasporto disabili con pedana autocaricante.
I Volontari della Delegazione svolgono - oltre i normali servizi d’istituto - una importante funzione sociale: con una Convenzione stipulata col Comune di Cassine oramai più di un decennio fa, la C.R.I. assicura il trsporto degli anziani delle Frazioni di Sant’Andrea e Caranzano (e altre località sparse) al centro del paese il sabato, coincidente con il mercato settimanale, al fine di permetere gli acquisti e la fruizione di tutti i pubblici servizi non presenti nelle Frazioni, facendo socializzare al meglio queste persone che altresì non potrebbero recarvi per la mancanza di mezzi pubblici.
Quotidianamente la Delegazione garantisce, con una Convenzione in estemporanea, un mezzo per l’espletamento del Servizio di Emergenza Sanitaria 118 e una molteplicità di servizi prenotati (visite, ricoveri, dimissioni, assistenze, ecc).
Però, per garantire al meglio tutti i servizi offerti dalla Delegazione, la Croce Rossa di Cassìne ha bisogno di nuovi Soci e nuovi Volontari; con la costante diminuzione di essi e/o con la mancanza di una deguato ricambio generazionale taluni servizi erogati potrebbero subire gravi e reali ridimensionamenti a svantaggio della popolazione: è per questo che è importante sostenere la Croce Rossa di Cassine (e Acqui Terme) iscrivendosi o come Socio Ordinario (pagando una quota minima simbolica di 16 Euro all’anno); diventando Soci Ordinari è possibile frequentare la Sede e la vita sociale dell’Ente, fornendo altresì un imporantissimo sostegno morale) o come Volontario C.R.I., seguendo un corso di formazione di base il quale abilita a divenire operatore di centralino; abilità a svolgere servizi di assistenza - non urgenti - quali i servizi prenotati (ricoveri, dimissioni, visite, ecc) e poi, per chi vuole è possibile frequantare un modulo di soccorso avanzato conferente la qualifica di Soccorritore Regionale 118, la quale permette di svolgere anche i servizi di emergenza /urgneza 118.
Per divenire Volontari C.R.I. bisogna prima di tutto associazrsi alla C.R.I.
Tutti, ma proprio tutti, si possono iscrivere alla CRI come Socio Ordinario (dai bambini, ai ragazzi, agli adulti e, in special modo i pensionati e le persone con molta cultura sulle spalle).
Volontari, invence, si può diventare dai 14 ai 65 anni di eta, ovviamente sia maschi sia femmine.
La quota, comprende quindi anche l’assicurazione in caso di infortunio sia in sede sia in servizio.
Se vuoi aiutare la Croce Rossa - ovvero se vuoi assicurare la continuazione di un importantissimo servizio di utilità sociale, quindi che potrebbe essere usufruibile da tutti - clicca sui link sottostanti: